mercoledì 26 maggio 2010

Tokyo Life #6

Ieri sono tornato da Kanazawa.
Sono stato lì un giorno in più del previsto, dal 22 al 25 maggio.
Ho conosciuto Yasu, finalmente. Mi è venuto a prendere in stazione verso le 14:30, abbiamo pranzato e siamo andati in albergo.
E lì è cominciato tutto.

In realtà, tutto è cominciato da quando ci siamo salutati alla stazione: mi ha travolto come un uragano, ancor più bello e sexy di come appariva in foto.
E' di una bellezza travolgente, di quelle che ti tolgono il fiato. Credo davvero non esista ragazzo più bello al mondo, e chi mi conosce e conosce il mio passato, sa che non lo dico tanto per dire, ma con la più totale e completa sicurezza.

Abbiamo fatto l'amore.
Ed è stato come volare. Ed è stato come sognare.
Ed è stato come tuffarsi nell'oceano e nuotare con i delfini.
Ed è stato come andare sulla Luna e respirare profumo di girasole.
Ed è stato come una luce così intensa da carbonizzare persino le palpebre.

Siamo stati chiusi in albergo praticamente giorno e notte, uscivamo solo per mangiare e sgranchirci un pò le gambe. Fare una passeggiata, mano nella mano, a notte fonda, e sentire solo il rumore dei nostri cuori che battono.
Abbiamo fatto la doccia insieme, decine di volte, ed è una delle cose che mi mancano di più.

Abbiamo fatto l'amore, ed è una delle cose che mancano di più.
Abbiamo condiviso e fuso insieme i nostri sguardi, i nostri abbracci, i nostri sorrisi, le nostre lacrime. Ci siamo donati i nostri cuori, le nostre menti, i nostri ricordi, le nostre verità, i nostri mondi.
Siamo diventati un libro aperto l'uno per l'altro. Ci siamo raccontati le nostre vite, completamente, totalmente, senza menzogne, senza omissioni, senza bugie.

Ci siamo scambiati le nostre anime.

Non mi sono mai sentito così amato e desiderato in tutta la mia vita. Mai.
Ha accettato tutto di me. Ama tutto di me, i miei pregi e soprattutto i miei difetti. E non può più farne a meno.
Ha detto che vive per me e che vuole dedicare tutta la sua esistenza a me, solo a me.
Ed io impazzisco per lui.

Non ho mai -mai, MAI- amato qualcuno così intensamente, quasi fino a sentirmi male, quasi fino a perdere i sensi, quasi fino a prendere fuoco.
Come la chiamano? Autocombustione? Esiste davvero, ve l'assicuro.

Ci siamo scambiati dei vestiti. Io ho la sua sciarpa, una sua t-shirt e una sua camicia.
E in più ho anche il suo cuore.
Ci siamo scambiati delle promesse.
Abbiamo comprato degli anelli, uguali ovviamente, e ci abbiamo fatto incidere sopra i nostri nomi.
Abbiamo deciso di sposarci. Forse tra un anno, o forse più avanti, la data precisa è ancora difficile stabilirla.
Non ci importa nulla delle distanze, del tempo, della lontananza. Abbiamo deciso di tenere fede alle nostre promesse, di rispettarci ed amarci nonostante tutti i problemi che ci separano.
I giapponesi sono molto fedeli da questo punto di vista, per fortuna, e di solito, quando amano qualcuno, lo fanno davvero per tutta la vita.

E' il ragazzo più dolce, sensibile e generoso che abbia mai incontrato. E me lo ha dimostrato anche troppe volte. Dio mio, ma cosa ho fatto per meritarmi così tanto?

Abbiamo fatto l'amore.
E siamo diventati una cosa sola, un unico essere con lo stesso cuore, con gli stessi sentimenti, con le stesse passioni, con le stesse paure.
Con la stessa anima.

Mi ha stretto a se, ha sudato su di me, ha ansimato e tremato con me, mi ha detto semplicemente " I love you, Paolo, and I'll always do" decine di volte al giorno. Ed è la cosa che mi manca di più.

Il momento dell'addio è stato a dir poco traumatico. Già dal giorno prima abbiamo cominciato a piangere come due bambini. Trascinati via da lacrime, singhiozzi e respiri mozzati.
Fiumi di lacrime, a dir la verità.
Mi bacia in pubblico, mi stringe la mano in pubblico. Mi accarezza il viso in pubblico.
Chiede sempre il mio parere, anche in questioni in cui io non c'entro nulla.
E tutto ciò mi fa sentire importante. Speciale.

Lui mi fa sentire vivo.
E completamente, totalmente felice.

Ieri sono tornato da Kanazawa.
E domani ci vado di nuovo.

13 commenti:

Donato ha detto...

paoloooooo sono contento per teeeeeeee!!! so come ti senti anke io sto vivendo la stessa situazione^^ sono contentissimo davvero:D beh visto ke la vita privata va bne, cme va il lavoro? continui a disegnare e a proporti a editori???

Anonimo ha detto...

Avevo scritto un post luuuungo per tentare di dirti qualcosa, in tutto quel mare di parole che mi erano uscite, forse senza senso, con l'unica vana speranza di consolarti un pochino, di farti sentire che ti sono vicina... ma leggendo questo ho cancellato tutto, penso non serva più. Sono proprio contenta, ti dico solo questo... ti voglio bene, Paolo.

Ines

Anonimo ha detto...

mhh però mi domando...l'avete fatto l'amore? :D

Paoluzzo, sono felice tu stia bene ^___^ ti auguro continui così <3

(ps. sono Fede, ma quello basso, timido e con gli occhiali XD)

Anonimo ha detto...

....quindi non torni.....:))

Baci michela

Supersmanf ha detto...

conosco qualcun altro la cui storia è nata più o meno così... e adesso ha un anello al dito e una meravigliosa creatura con cui dividere la propria vita! Ti invito ad ascoltare una canzone e a pensare a quanto possa essere vero quello che dice: basta crederci (ho usato ancora questa parola e lo sai che non sono solito farlo) e fare tutto quello di cui si è capaci per ottenerlo;)

Salut

P.S. Ah! la canzone è "Qualcosa che non c'è" di Elisa;)

Mirella ha detto...

ti mando un bacione enorme!!!!^3^

daniela ha detto...

oooh *w*

Anonimo ha detto...

Ma lol

Anonimo ha detto...

sposare? adesso si che hai proprio sgravato! ripigliate !

Anonimo ha detto...

meno male che qualcuno glielo dice.

alice ha detto...

finalmente. te la meriti anche tu un po di felicità.
by alice tmanga

Vittoria ha detto...

Sono tanto felice per te, tutto questo è meraviglioso, ti auguro che possa davvero durare per sempre *-* il tuo post mi ha veramente tirato su di morale stamattina.. siete stupendi. *-*

Kana

Fasano Nico ha detto...

"ora che quest'avventura sta diventando una storia vera, spero tanto tu sia sincera"... stavo ascoltando questa canzone mentre ti leggevo. Sono davvero contentissimo per te Paolino! Prima o poi vi verrò a trovare dall'altra parte del mondo... intanto facciamo così: la prossima notte di luna piena guardiamola insieme, saremo più vicini :)
Un bacio da Berluscolandia... XD